MERCE DA RE

..viviamo in un epoca in cui molti sono in grado di realizzare imprese meravigliose quasi dal giorno alla notte, di toccare vertici di successo un tempo inimmaginabili.
Prendete per esempio Steve Jobs. Era un ragazzo in blujeans senza un soldo in tasca ma aveva un idea ed ha creato l’APPLE in un tempo straordinariamente breve.
Guardate Ted Turner, ha creato un impero partendo da un mezzo di comunicazione all’epoca pressoché sconosciuto. Oppure personaggi dello spettacolo come Steven Spealberg o Bruce Springsteen
o ancora uomini d’affari come Joe Iacocca o Ross Perot.
Che cosa hanno in comune questi uomini?
La risposta è IL POTERE.
Potere è una parola gravida di emozioni. Per alcuni ha una connotazione negativa, c’è chi lo brama mentre altri se ne sentono contaminati come se si trattasse di qualcosa di corrotto e sospetto.
E per voi cos’è esattamente il potere?
Io non intendo il potere come conquista o come qualcosa da imporre: questo è un tipo di potere che raramente dura a lungo. D’altro canto , bisogna arrendersi all’evidenza: il potere in questo mondo è una costante. O voi realizzate le vostre idee o qualcun’altro lo farà AL VOSTRO POSTO.
Fate quel che volete fare oppure dovrete adeguarvi ai programmi che altri elaborano per voi.

Il vero potere è condiviso non imposto . Consiste nella capacità di definire i bisogni umani e nel soddisfarli, sia i propri che quelli delle persone care; consiste nella capacità di governare il proprio personale reame, i propri processi mentali, il proprio comportamento allo scopo di ottenere esattamente i risultati desiderati.

La nostra non è più una cultura primariamente industriale bensì una cultura della comunicazione.
nella nostra epoca, nuove idee, movimenti e concetti trasformano il mondo quasi quotidianamente, che si tratti della fisica dei quanti oppure di faccende terra terra come gli hamburger meglio commercializzati.
Se c’è qualcosa che caratterizza il mondo moderno è il massiccio quasi inimmaginabile flusso di dati e informazioni.
Nella nostra società, coloro che sono in possesso dell’informazione e dei relativi mezzi per comunicarle hanno ciò che un tempo possedevano i Re: potere illimitato.
L’aspetto interessante è che oggi la chiave del potere è da disposizione di tutti noi.
Ma allora, se è vero che l’informazione ed i relativi mezzi di comunicazione sono a disposizione di tutti: come si spiega che alcune persone riescono mentre altre si limitano a sbarcare il lunario?
Perché non tutti siamo dotati di potere, felici, ricchi, sani, coronati dal successo?
Il fatto è che persino nell’era dell’informatica, l’informazione non basta. Se tutto ciò di cui abbiamo bisogno fossero idee ed un modo di pensare concreto , da ragazzi tutti avremmo potuto realizzare i nostri sogni, i nostri progetti.
L’AZIONE, ecco il minimo comune denominatore di ogni grande successo.
L’azione è ciò produce risultati.
In fin dei conti “POTERE” significa letteralmente “ FACOLTA’ DI AGIRE”

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *