Alex ti ricordi quel giorno che sei arrivato a casa fradicio perché una macchina ti aveva inondato di spruzzi mentre aspettavi di attraversare la strada?

Si! Me lo ricordo eccome, mi ero praticamente inzuppato  dalla cinta in giù perché un cretino si era avvicinato volutamente al marciapiedi dove c’era una bella pozzanghera.

E cosa facesti?

E che vuoi che abbia fatto gli ho recitato il rosario completo , gliene ho dette di ogni.

In pratica lo avevi ritenuto responsabile dell’accaduto, giusto?

Certo che si! Era stata colpa sua , se non si fosse avvicinato tanto al marciapiedi non avrebbe centrato la pozzanghera e non mi avrebbe inondato .

Sei proprio sicuro che lo abbia fatto di proposito? Io ho un ricordo dell’accaduto lievemente diverso.

Cosa vuoi insinuare Cloud, che anche questa volta é stata colpa mia e che ho distorto il ricordo?

Qua non si parla di “colpa” ma di “responsabilità”. E poi si. Io ricordo che l’auto aveva dovuto spostarsi per evitare un altro passante che aveva attraversato prima di te.

E comunque, a ben guardare, continuò Cloud, chi si era messo sul bordo del marciapiedi? Chi é stato a non arretrare  nonostante avesse notato che la macchina si stava dirigendo verso la pozzanghera? Chi é rimasto fermo sul bordo accampando il suo diritto a stare in quella posizione?

Certamente l’automobilista non ha fatto una bella manovra ma sei proprio sicuro che l’abbia fatto con l’intento di bagnarti?

No! non puoi esserne sicuro al cento per cento mentre al contrario puoi essere sicuro al 100% che se tu ti fossi arretrato o meglio se tu no ti fossi messo proprio sul ciglio del marciapiedi non ti avrebbe bagnato o lo avrebbe fatto in minima parte.

Ma dai, feci io, adesso é colpa mia se mi sono bagnato.

Te lo ripeto , imbecco Cloud, non si tratta di colpa ma di responsabilità.

Certo é più facile incolpare l’automobilista piuttosto che rendersi conto che il vero responsabile eri tu, sentenzio Cloud.

A quel punto mi venne in mente quello che avevo letto a proposito dell’albero delle emozioni negative che Brian Tracy disegnava sempre durante i suoi seminari. Lui disegnava sempre un grosso albero con un grosso tronco che, diceva, rappresentava la tendenza a biasimare sempre gli altri per ogni problema che ci affligge.

Lui diceva che una volta segato il tronco tutti i frutti (emozioni negative) sarebbero morti tutti insieme e molto rapidamente.

La quarta causa  delle emozioni negative, riprese Cloud, ed anche la peggiore di tutte, é proprio la colpevolizzare ed il suo antidoto, l’antidoto ad ogni emozione negativa,  é accettare sempre  la completa responsabilità della situazione.

Come diceva Brian, continua Cloud,  é impossibile pronunciare le parole “sono io il responsabile!” e continuare  ad essere arrabbiati.

Provaci Alex, prova a pensare all’ultima volta che ti sei arrabbiato con qualcuno a cui avevi dato l’incarico di fare qualcosa ed aveva fallito miseramente. Prova a ricordare le emozioni che provavi…ci riesci a ricordarle? Si?

Bene adesso pronuncia ad alta voce “ la responsabilità é mia, sono stato io a far fare quella cosa a lui”

Adesso, puoi sinceramente continuare a sentirti arrabbiato come prima che pronunciassi quelle parole “sono stato Io”?

Sii sincero Alex!

No! Non riesco più a sentirmi adirato con lui, ma lo sono con me stesso per aver commesso l’errore di aver scelto la persona sbagliata. Sentirti arrabbiato con te stesso per aver commesso un errore é normale si chiama esperienza e l’esperienza é un sacco pieno di errori e devi rallegrarti di averne fatta una nuova.

Ma, tornando a noi, cosa pensi del tuo inefficiente  personaggio?  Bhe! non riesco a provare le emozioni che provavo prima ma solo un po di delusione e null’altro. Sicuramente non lo prenderò più in considerazione per altri incarichi simili ma …NO..non provo più le sensazione  che provavo prima.

Vedi Alex come é semplice?

In questo preciso momento hai manipolato a tuo piacimento le tue emozione negative.

#ansia#autostima#coach#coaching#decidere#disciplina#dissatisfaction#fobia#insoddisfazione#mancanza di autostima, #online coach, #paure#self help, #self-esteem, #stress management, #what about you,#NO LIMITS, #Ignit coaching